Martedì, 26 Aprile 2016 13:33

DVB-T2 e HEVC: quello che serve sapere

Written by
Rate this item
(5 votes)

Index

Parte 4: quello che succederà (?) nel prossimo futuro

HIGHLIGTH: da inizio luglio i venditori di TV dovranno acquisire solo apparecchi con DVB-T2+HEVC, e potranno venderli insieme agli altri fino al 31 dicembre 2016. Dopo solo DVB-T2+HEVC. Sono disponibili decoder esterni per trasformare qualsiasi TV in modo da ricevere -eventualmente- il nuovo tipo di segnale.

La notizia, alla fine, è questa: se lo scenario segue quanto ipotizzato dal legislatore, con il nuovo standard DVB-T2 le attuali TV non saranno, entro il 2020-22 (vuol dire 4-6 anni) più in grado di funzionare per ricevere tutti i canali, e nel frattempo ci saranno diversi broadcaster che si trasferiranno progressivamente al nuovo standard, anche se ricordiamo che non sono obbligati a farlo, per cui nel frattempo ci sarà il rischio di non vedere alcune trasmissioni, oltre a privarsi dell'eventuale visione dei contenuti HD (che saranno più facilmente trasmissibili col DVB-T2 e HEVC, quindi perchè non fare trasmissioni in HD?) o UHD.

Quindi? Dobbiamo buttare i TV, alcuni pagati anche diverse centinaia se non migliaia di euro? Beh la risposta è ovviamente NO, visto che saranno disponibili anche dei decoder esterni (come nel primo passaggio da analogico a DVB-T) che potranno essere collegati alle attuali TV via HDMI sicuramente, ma anche credo via SCART (per le TV che non avessero la prima, ma ancora la seconda), e che potrebbero gestire anche il satellite. In questo caso l'obiezione riguarda la presenza di un ulteriore telecomando, anche se pare che con le nuove interfacce HDMI sia possibile comandare tutto con un telecomando solo, quindi alla fine poco male.

Tra l'altro vale davvero la pena domandarsi il motivo per cui se altrove è stata affrontata la questione nel modo più semplice possibile, in Italia si debba andare assolutamente verso la maggiore complicazione, specie alla luce delle ultime notizie riguardo l'acquisizione di Mediaset Premium (maggiore piattaforma pay su dtt) da parte del gruppo francese Vivendi, che punta molto sul satellite così come RAI, che porta tutti i suoi canali in HD sulla piattaforma satellitare gratis, insieme ai prossimi europei in UHD.
Lo scenario dell'evoluzione della TV terrestre quindi è abbastanza incerto, con chi prevede uno switch-off sicuro entro qualche anno, chi invece celebra già il de profundis di DVB-T2 e chi ipotizza uno scenario misto con la TV terrestre che resta così com'è, solo con meno canali, mentre la TV di qualità si vedrà attraverso parabola.

Quello che è sicuro, fatto relativamente recente, è che per legge chi vende TV non potrà più, da Luglio 2016, ACQUISIRE nei propri magazzini dispositivi che non rispettino il doppio standard DVB-T2 e HEVC, ma potranno comunque VENDERLI fino a fine 2016.
Da gennaio 2017 invece NON potranno più essere venduti TV che non abbiano a bordo l'accoppiata Tuner/codec.

Il problema vero ( o l'opportunità?), quindi, nasce per chi si appresta OGGI a comprare una nuova TV.

Iniziamo col dire che attualmente il mercato offre TV con definizioni che vanno dall' HD-Ready al 4k con DVB-T, ma anche alcune con DVB-T2. Il problema vero è il codec HEVC, che è stato definito come standard solo relativamente di recente, e quindi nel frattempo sono stati prodotti televisori con i vecchi codec, che nella maggioranza dei casi sono H.264. I pochi televisori con il nuovo H.265 al momento sono solo del tipo 4k, rispondenti al bollino platino del DGTVi. Ad oggi ci sono anche dei modelli a 1080p di Lg o di tv Android based che lo supportano.

Quindi non è difficile pensare che fino a luglio i prezzi delle TV attuali, anche con i vari sottocosto ecc, restino così come sono da inizio 2016, ma che da luglio in poi, fino a fine anno, i prezzi delle TV, anche con il DVB-T2 senza HEVC inizino a scendere in picchiata, se vogliono svuotare i magazzini e perderci il meno possibile. Tra l'altro a quel punto avere o non avere il DVB-T2 già a bordo potrebbe non cambiare nulla, visto che se adottato, il codec H.265 porterà alla necessità di acquistare un apparecchio esterno. Invece avere il DVB-T2 da solo comunque potrebbe rappresentare una buona soluzione nel caso in cui si passi al T2, ma rimanendo con vecchi codec.
Una caratteristica da prendere sicuramente in considerazione è l'equipaggiamento con tuner satellitare integrato DVB-S2, che in abbinamento ad un lettore di schede Tivu-sat permetterà di accedere ai canali Rai e ...chissà!


Read 113149 times Last modified on Lunedì, 01 Maggio 2017 07:05

Commenti  

0 #36 Luca 2017-01-11 07:14
Ciao Gianluca.
La risposta è sì.
Citazione
0 #35 Luca 2017-01-11 07:14
Ciao Gianluca.
La risposta è sì.
Citazione
0 #34 Gianluca 2017-01-10 23:12
Salve a tutti. Non ho capito se tv con tuner DVBT2-HEVC ricevono sicuramente i canali HD in chiaro del digitale terrestre, oppure no é una cosa a parte. Grato a chi chiarisse.
Citazione
0 #33 Gianluca 2017-01-10 23:12
Salve a tutti. Non ho capito se tv con tuner DVBT2-HEVC ricevono sicuramente i canali HD in chiaro del digitale terrestre, oppure no é una cosa a parte. Grato a chi chiarisse.
Citazione
0 #32 Luca 2016-12-10 18:47
Ciao Marco e grazie per gli apprezzamenti.
Il DVB-S2 riguarda le trasmissioni via satellite, su piattaforma gratuita o con CAM gratuita TV-SAT. Se sei un attuale utilizzatore di TV-SAT avrai quasi sicuramente un decoder, che potrai continuare ad utilizzare, altrimenti se pensi di volerti avvalere delle trasmissioni via satellite di questo tipo allora potrebbe essere una mancanza nelle caratteristiche di una TV, altrimenti non credo ti strapperai i capelli.
Detto ciò io non sono un gran fan della philips, dato che hanno (avevano?) un software abbastanza lento e macchinoso, e mi risulta che recentemente abbiano chiuso la divisione TV, lasciandosi solo il marchio, ma le TV non le fanno più in olanda, bensi totalmente in china. A quel punto, se uno compra una certa marca per il made in EU, tanto vale affidarsi ad una asiatica direttamente.
Ma queste sono solo mie idee....
per il S2 quindi vedi le tue necessità...
Citazione
0 #31 Luca 2016-12-10 18:47
Ciao Marco e grazie per gli apprezzamenti.
Il DVB-S2 riguarda le trasmissioni via satellite, su piattaforma gratuita o con CAM gratuita TV-SAT. Se sei un attuale utilizzatore di TV-SAT avrai quasi sicuramente un decoder, che potrai continuare ad utilizzare, altrimenti se pensi di volerti avvalere delle trasmissioni via satellite di questo tipo allora potrebbe essere una mancanza nelle caratteristiche di una TV, altrimenti non credo ti strapperai i capelli.
Detto ciò io non sono un gran fan della philips, dato che hanno (avevano?) un software abbastanza lento e macchinoso, e mi risulta che recentemente abbiano chiuso la divisione TV, lasciandosi solo il marchio, ma le TV non le fanno più in olanda, bensi totalmente in china. A quel punto, se uno compra una certa marca per il made in EU, tanto vale affidarsi ad una asiatica direttamente.
Ma queste sono solo mie idee....
per il S2 quindi vedi le tue necessità...
Citazione
0 #30 Marco 2016-12-09 22:46
Ciao Luca e sinceri complimenti per la tua descrizione a dir poco esaustiva e molto interessante,io volevo chiederti una info a riguardo di questo tv Philips65PUT6121/12 che ha un buon prezzo ma che.....gli manca il dvb-s2! Ecco io a questo punto rimango un pò "trattenuto"nel comprarlo ma per il resto mi sembra il top! Tu che ne pensi dici che ne vale la pena acquistarlo anche se gli manca il DVB-S2? Che importanza ha?!? GRAZIE MILLE ANTICIPATAMENTE
Citazione
0 #29 Marco 2016-12-09 22:46
Ciao Luca e sinceri complimenti per la tua descrizione a dir poco esaustiva e molto interessante,io volevo chiederti una info a riguardo di questo tv Philips65PUT6121/12 che ha un buon prezzo ma che.....gli manca il dvb-s2! Ecco io a questo punto rimango un pò "trattenuto"nel comprarlo ma per il resto mi sembra il top! Tu che ne pensi dici che ne vale la pena acquistarlo anche se gli manca il DVB-S2? Che importanza ha?!? GRAZIE MILLE ANTICIPATAMENTE
Citazione
0 #28 Luca 2016-07-07 10:09
Il primo articolo è "vecchio" dato che dice che non è stata presa la decisione di quale codec. Ed era l'ambiguità nella bozza del decreto. Nel definitivo invece è chiaro che deve esserci il 265
http://www.dday.it/redazione/15937/litalia-ha-deciso-dal-2017-scatta-lobbligo-dvb-t2-e-hevc-per-tv-e-decoder

Ad ogni modo ho letto con attenzione e non c'è scritto che il 265 è incompatibile con il 264, anzi è scritto chiaramente che è garantita la retro compatibilità. Il contrario ovviamente si un tv che ha solo il 264 non può riprodurre il 265....
Citazione
0 #27 Luca 2016-07-07 10:09
Il primo articolo è "vecchio" dato che dice che non è stata presa la decisione di quale codec. Ed era l'ambiguità nella bozza del decreto. Nel definitivo invece è chiaro che deve esserci il 265
http://www.dday.it/redazione/15937/litalia-ha-deciso-dal-2017-scatta-lobbligo-dvb-t2-e-hevc-per-tv-e-decoder

Ad ogni modo ho letto con attenzione e non c'è scritto che il 265 è incompatibile con il 264, anzi è scritto chiaramente che è garantita la retro compatibilità. Il contrario ovviamente si un tv che ha solo il 264 non può riprodurre il 265....
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Annuncio pubblicitario by google

Questo sito utilizza cookies per amministrare autenticazioni, navigazione, statistiche di accesso e/o altre funzioni. Continuando la navigazione nel sito acconsentite che questi tipi di cookie vengano memorizzati nel vostro dispositivo.

Visualizzare la Politica sui Cookies

Visualizzare il Documento della Direttiva sulla e-Privacy

Avete Rifiutato i cookies. Questa decisione puo'essere modificata.

Avete acconsentito all'uso dei cookies. Questa decisione puo' essere modificata.